Top Ad unit 728 × 90

Sanremo 2015: Finale del 14 febbraio | Recensione, promossi e bocciati


Serata conclusiva del Festival. E meno male perché in questa settimana ho pubblicato così tanti articoli qui e là che stavo per schioppare. Ma in ogni caso, andiamo ad analizzare rapidamente i promossi e i bocciati di quest'ultima puntata. 

Ospiti
Giorgio Panariello bocciato. A me non ha mai fatto ridere di gusto, giusto qualche sorrisetto ogni tanto. Parlando della sua doppia performance sul palco dell'Ariston: l'imitazione di Renato Zero è vecchia, vista e stra-vista. C'era bisogno di riproporla per l'ennesima volta?
E sul monologo, preferisco proprio non esprimermi: un concentrato di populismo che neanche Beppe Grillo, Matteo Salvini e gli autori di Fedez messi assieme.

Will Smith, per quel piccolo momento che è stato ospite, promosso. Carlo Conti ha ammesso che non c'era assolutamente nulla di preparato (se non le 4 domande di intervista). Siparietto simpatico. NC per i coniugi sposati da 65 anni: perché?
Cast
Carlo Conti, direttore artistico e conduttore: promosso. È stato in grado di dare un po' di ritmo ad una manifestazione solitamente fra le più lente dell'anno. La scelta dei concorrenti Big è stata molto variegata e le polemiche sono state poche (rispetto alle passate edizioni, perché ci sono state comunque).

Arisa e il DopoFestival condotto da Saverio Raimondo promossi.  Le vere rivelazioni di questo Festival. La prima per aver portato tanta ironia - spesso involontaria - a Sanremo 2015 di fronte a professionisti della comicità rivelatisi scarsi come Alessandro Siani ed Angelo Pintus. L'altro per aver sdoganato al pubblico social del Festival di Sanremo il black humor.Anche se andava in streaming a tarda ora, il DopoFestival è stato piacevole da seguire.

Emma Marrone e Rocio Munoz Morales bocciate. Emma si è fatta tutto un festival sulle difensive (in conferenza stampa soprattutto) e piena di frasi fatte e false (sul palco). Certe frasi erano talmente preparare che mi è venuto un flash all'auricolare di Ambra Angiolini all'epoca di Non è la Rai. La Rocio c'ha provato ma gli spazi che le hanno ritagliato non l'hanno valorizzata in alcun modo. Doveva fare la figa, e

Cantanti in gara
Il Volo bocciati. Hanno vinto: nulla di nuovo all'orizzonte. Era una vittoria già chiamata da tempo. La favoletta dei tre ragazzetti nati in tv con il sogno di spopolare nel mondo ha sortito l'effetto desiderato negli cuore degli italiani. La cosa che non mi è piaciuta particolarmente è stato l'atteggiamento strafottete di Gianluca Ginoble che, in conferenza stampa, ha sbottato contro i giornalisti che, alla facciazza delle loro critiche,  "il popolo è con noi". Manco fosse Napoleone dei poveri.

Nek, Malika Ayane, Annalisa: promossi. Secondo, terza e quarta classificati. Per me, i brani migliori di Sanremo 2015.

Bocciato Lorenzo Fragola che, su Twitter, millanta di esser arrivato secondo al televoto. Quando, in realtà, dati alla mano, non credo sia arrivato nemmeno nella top5. Anche meno fragolino. [clicca qui per i dati]
Sanremo 2015: Finale del 14 febbraio | Recensione, promossi e bocciati Reviewed by Gigi Gx on 17:06 Rating: 5

Nessun commento:

All Rights Reserved by il Gì Pensiero © 2014 - 2015
Designed by Themes24x7

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *

Powered by Blogger.