Top Ad unit 728 × 90

IMMaginario Web Fest 2013: Pro e contro sul festival umbro delle web serie


Chi mi ha seguito su Facebook, Twitter e/o Instagram sa benissimo che ho passato lo scorso fine settimana in quel di Perugia per seguire da vicino l'IMMaginario Web Fest 2013 visto che - con mio sommo gaudio - sono stato invitato dagli stessi organizzatori dell'evento.

Volevo fare un recap dei tre giorni passati in terra umbra ma davvero avrei troppissime robe da citare quindi ho pensato di riassumere il tutto focalizzandomi sui punti forti e i punti deboli del questo festival in modo da liquidare il tutto in piccoli paragrafetti senza appesantirvi troppo la lettura.

1. La Location. Arrivato alla stazione ferroviaria di Perugia ho fatto una bruttissima scoperta: Perugia è una città in pendenza e, nel mio caso, era tutta in salita. Mi sono dovuto fare una grossissima scarpinata fatta di ripide salite fra lunghe scalinate e strette stradine; con il trolley al seguito che più salivo e più si faceva pesante. Una volta arrivato in cima, ho poi scoperto che esistevano dei mezzi pubblici adibiti ad evitare tale piaga. Fortunatamente tutto il Festival si è svolto a pochi centinaia di metri da dove alloggiavo.

2. L'Hotel (La Rosetta). Pensavo di esser finito nell'hotel sfigato fra i due presi in causa dagli organizzatori dell'evento. E difatti così è stato. Il receptionist mi ha dato per ben due volte la chiave sbagliata della mia camera, la cameriera ai piani mi ha bloccato prima di entrare in camera chiedendomi di aspettare fuori perché s'era scordata di "riordinare letto e biancheria" (cit.) e, una volta, mi son visto entrare in camera il bagagista mentre io ero intento a guardare le tv: è entrato, ha aperto la porta col passepartout, mi ha visto, ha urlato un "oh mio dio mi scusi!" ed è andato via. LOL! Su Tripadviros ha 3 stelle su 5.

3. Il calendario delle proiezioni. Ho molto apprezzato l'intento di proporre quante più web serie possibili in così pochi incontri (circa 10 incontri, 300 progetti) ma il tutto si è pian pianino dimostrato un po' una corsa contro il tempo. Le proiezioni spesso hanno sforato di 20-40min dalla data preventivata, impedendo i visitatori di seguire interamente tutti gli appuntamenti dedicati alle serie web; alcuni di questi incontri, infatti, sono finiti per andare in scena in contemporanea. Io stesso - ad esempio - mi son perso un interessante incontro mirato ad "Una Mamma Imperfetta" con Ivan Cotronèo.

4. La location delle proiezioni. È stata una figata pazzesca sentir parlare di internet, Youtube e web serie nella splendida cornice del Teatro Morlacchi. Peccato che le tavole del teatro comunale siano state palcoscenico di progetti web solo un paio di volte. Infatti, la maggior parte degli incontri si sono svolti nella Rocca Paolina, in un piccolo quanto sufficientemente nascosto stanzone.

5. Gli ospiti e il pubblico. Proprio a causa della location delle proiezioni forse un po' nascosta, un buon 80% degli spettatori dei vari eventi sono stati gli ospiti stessi della manifestazione (che avevan portato in consegna una loro web serie da presentare). Elemento da un lato certamente negativo ma che in realtà si è trasformato in un punto di forza: vista l'insolita convivenza forzata, è stato molto più semplice conoscere e fare quattro chiacchiere con persone che condividono le stesse gioie e gli stessi dolori nel realizzare audiovisivi per il web. Ad esempio, io mi sono trovato benissimo con i Licaoni con cui ho chiacchierato di qualunque cosa; ho avuto il piacere di conoscere dal vivo Leonetto a Camilla (de iSoliti5) e persino Claudio Di Biagio che fremeva dalla voglia di voler parlare con me! C'è stato anche spazio  per conoscere tanta gente nuova ma... non voglio elencarli tutti perché son sicuro che me ne dimentico qualcuno.

6. Il Ristorante (Cesarino). Principalmente piatti tipici e io temo solo al sentir i nomi strani di alcune pietanze. In ogni caso sono andato sul sicuro prendendo robe da tipico turista in gira: patate fritte, cotoletta alla milanese, carne alla griglia, dolce al cucchiaio. Evitate le tagliatelle al pomodoro. Su Tripadvisor ha 3 stelle su 5.

7. I premi. Tutti noi in sala aspettavamo con ardore di vedere entrare in sala le statuette, delle targhe, delle bomboniere... insomma qualcosa che avesse le sembianze di un trofeo formato mignon. E invece siamo tutti rimasti sorpresi nel vedere consegnare ai vari vincitori delle composizioni in materiale riciclato: pezzi di moka, scolapasta, molle e quant'altro (foto). Io avrei avuto paura solo a prenderle in mano queste composizioni per quanto erano "traballanti". Effettivamente avrei avuto qualche problema anche a portarmele in valigia...
IMMaginario Web Fest 2013: Pro e contro sul festival umbro delle web serie Reviewed by Gigi Gx on 02:22 Rating: 5

Nessun commento:

All Rights Reserved by il Gì Pensiero © 2014 - 2015
Designed by Themes24x7

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *

Powered by Blogger.