Top Ad unit 728 × 90

Ma ai giovani d'oggi non gli va di lavorare. Sto c@zzo!

Credo di avervelo già accennato da qualche parte su internet ma proprio ieri, mentre ero in giro per il nord barese per fare alcune commissioni, mi imbatto in una discussione fra una signora che come me aveva preso il pullman e il conducente (si, lo so, non si dovrebbe parlare col conducente perché si potrebbe distrarre ma qui ormai è la prassi). Fra una chiacchiera sulla politica locale e una sulle faccende domestiche (il viaggio era lungo) la signora inizia a parlare un po' della nuova gioventù che avanza. Il discorso è iniziato con un secco "... eh ma ai giovani d'oggi non gli va più di lavorare!" Se fino a quel momento i due tipi avevano detto delle stupidaggini non m'importava più di tanto ma... non toccatemi i giovani.

La donna continua a parlare dei giovani che ha avuto modo di conoscere mentre l'autista annuisce: " Dovrebbero andare a zappare la terra! Poi vedi come si raddrizzano... E poi voglio i soldi per uscire il sabato e non-sia-mai se non hanno i soldi per farlo che subito s'incazzano! Alla televisione hanno detto che mancano un sacco di persone in alcuni lavori e qui che c'è la raccolta della verdura non la vogliono  fare. Andassero a raccogliere le insalate!" riassunto di tante cazzate che ha detto in circa 35 minuti di pullman. Era arrivata la mia fermata e in tono tanto solenne quanto autoritario uscendo, le ho risposto: "I giovani non vogliono lavorare? Sto Cazzo, signora. Sto cazzo!" a quel punto ho sceso tutti i gradini e mi sono diretto verso casa.


Io non so che esempi abbia questa signora che molto probabilmente stava parlando di suo figlio in maniera retorica ( i giovani = mio figlio; i giovani non vogliono lavorare = mio figlio è un pelandrone) però vorrei parlare della mia esperienza. Io al momento (dai 17 ai 22 anni) ho fatto il cassiere, il cameriere, ho pulito i cessi, fatto le pulizie per una cartoleria, ho fatto il commesso, le consegne a domicilio, il promoter, sondaggista telefonico, volantinaggio, il grafico (arrangiandomi come posso), il fotografo (arrangiandomi come posso), il "pubblicista" per dei siti d'informazione, il receptionist, lavori di segreteria in una sede di partito, l'attacchino, attore/reader/comparsa per piccoli eventi cittadini, imbianchino e altro che al momento sarebbe inutile pubblicare. Quindi, cara signora del pullman, che ci siano ragazzini che non vogliano lavorare ci sono e probabilmente sempre ci saranno ma NON ESISTE che intere generazioni  siano una massa di sfaticati. In alcune zone dell'Italia inoltre è davvero difficile trovare un occupazione normale (perché fioccano come funghi titolati che hanno l'ardire di pagare poco e/o quando gli pare) ...e non voglio neanche accennarvi di messa in regola delle buste paga che sembra sempre più un miraggio.

Cordialmente,
il ragazzo che stava andando 35 km lontano da casa per un colloquio di lavoro.

Qui sotto, un po' di foto per farvi vedere dove sono andato.

 

 
Ma ai giovani d'oggi non gli va di lavorare. Sto c@zzo! Reviewed by Gigi Gx on 18:00 Rating: 5

Nessun commento:

All Rights Reserved by il Gì Pensiero © 2014 - 2015
Designed by Themes24x7

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *

Powered by Blogger.