Top Ad unit 728 × 90

10 curiosità che non sai sulle Olimpiadi di Londra 2012


1. Il tuffatore australiano Matthew Mitcham ha festeggiato l'arrivo del mese di agosto caricando sul suo canale Youtube una sua cover voce ed ukulele della canzone "Single Ladies" di Beyoncè. Bravo in acqua quanto nella musica. Il video è diventato subito virale e in poco meno di quattro giorni ha raggiunto le 67mila visualizzazioni.



2. La ginnasta messicana Elsa Gracia Rodriguez Blancas ha disputato la sua prova di Corpo Libero utilizzando come base musicale un mashup delle varie colonne sonore del videogame "The Legend of Zelda". Sfortunatamente in quella sessione di gare è arrivata 35esima ma la gioia di vederla roteare in aria sotto le musichette del noto videogioco Nintendo ripaga tutta la nerdaggine della nostra generazione.


3. Il pugile italiano Clemente Russo ha disputato la sua prima gara di pugilato da solo. Sembra infatti che aver aspettato per molto tempo sul ring, lo sfidante dell'Angola Tunga Silvia si sia rifiutato di scendere in campo ed affrontare l'italiano. Le motivazioni di questa scelta non sono mai state chiarite ma, quello che importa, è che per walk-over il nostro connazionale passa in automatico ai quarti di finale.


4. L'Italia è una delle pochissime nazioni al mondo che non possono usufruire degli streaming di tutte le discipline regalate dal canale ufficiale di Youtube. Inoltre, non è possibile neanche guardare i video delle gare già disputate. Questo è dato dal fatto che le nostre emittenti tv Rai e Sky hanno acquistato i diritti di esclusiva dei giochi Olimpici. Google, Sky e Rai non hanno trovato un buon accordo fra loro e dunque si è chiuso l'accordo in questo modo.

5. "Il 75% degli atleti fa sesso nel quartiere Olimpico... E io non posso esserne che eccitato, sapete... Ora sono single!" Queste sono state le parole del nuotatore americano Ryan Lochte che dopo conferma quanto detto tempo fa dalla portiera di calcio USA Hope Solo. Poi ha aggiunto: "Ok, lo ammetto: Ho fatto la pipì in piscina...".


6. Gli atleti da ogni parte del mondo arrivano a Londra e crollano i server di Grindr, l'applicazione per incontri fra omosessuali. E' stata questa la dichiarazione un po' sibillina dei responsabili dell'app che lasciano intendere che oltre al sesso etero, magari nel quartiere olimpico scappa anche qualcos'altro... O forse è tutta una questione di turisti? Beh... ma loro c'erano già da prima.

7. La fiamma Olimpica si è spenta più volte in questa edizione. I guardiano della fiamma non sono riusciti a vincere la pioggia e il cattivo clima che caratterizza la grigia Londra. Risultato? Durante le varie staffetta ufficiali è capitato che la torcia portata a mano si è spenta. Ma non è tutto, si è spento anche il grosso braciere acceso durante la cerimonia d'inaugurazione anche se, questa volta, è stato necessario per spostare il tutto dal centro stadio al suo luogo prestabilito. Se nel primo caso, avvenuto per agenti atmosferici, non farà alcuna differenza, il secondo caso, fatto apposta dagli operai, potrebbe giocare alla delegazione inglese una grossa multa. In Grecia ci tengono alle tradizioni.


8. La stampa italiana ha eletto Mister e Miss Olimpiadi 2012. Non ufficialmente ma solo per acchiappare quanti più click parlando di corpi, seni e sederi, la stampa italiana si è sbizzarrita con articoli su articoli eleggendo i loro atleti più belli di questa edizione dei giochi. Parlando di donne, le atlete più gnocche sono a pari merito Leryn Franco (giavollotto, Paraguay) Antonija Misura (pallacanestro, Croazia). Passiamo agli uomini: purtroppo per loro non c'è stato un dato netto come per le ragazza, ma per quantità di articoli sul tema spiccano Camille Lacourt (nuoto, Francia), Danell Leyva (Ginnastica, USA) che durante queste Olimpiadi si è divertito su Twitter a caricare foto del suo pacco e il 18enne Tom Daley (Tuffi, Regno Unito) già idolo delle ragazzine.

9. Vince l'oro un dipendente della Konami. Non chiedetemi perché ma un certo Kohei Uchimara ha da poco vinto una medaglia d'oro in una gara di All-Around. Il simpatico giapponesino lavora  alla "Konami Sports & Life Co.", una sorta di sezione della casa produttrice di videogame dedicata al fitness. Lo staff si è detto così contento tanto da togliere tutto quello che c'era nella homepage del loro sito per metterci un mega banner con il faccio del loro collega e fargli le congratulazioni. Cosa ci sia scritto ovviamente non lo so, guardate qui... è tutto in giapponese!


10. Lo store ufficiale dei gadget di Londra 2012 è razzista. Assieme ai vari siti ufficiali, è possibile visitare il negozio online di tutti i gadget dell'evento. Magliette, souvenir, peluche, c'è n'è per tutti i gusti ma, curiosando, è possibile notare che non a tutte le nazioni è stato dato lo stesso trattamento. L'unico oggetto esclusivamente dedicato all'Italia, per esempio, è una stupida spilletta da 7,00£. A noi è andata bene così, ci sono nazioni dell'Africa e dell'Asia che non sono state totalmente calcolate. Chissà se anche questo fa parte dello spirito delle Olimpiadi londinesi.

Se avete altre curiosità, segnalatele che... magari ci scappa un altro post.
Sapete, le Olimpiadi sono ancora lunghe!
Il Gì Pensiero finisce qui!
10 curiosità che non sai sulle Olimpiadi di Londra 2012 Reviewed by Gigi Gx on 20:10 Rating: 5

Nessun commento:

All Rights Reserved by il Gì Pensiero © 2014 - 2015
Designed by Themes24x7

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *

Powered by Blogger.