Top Ad unit 728 × 90

Canosa di Puglia e la campagna elettorale che non avresti mai voluto vedere

Se fossi stato certo che tutta la campagna elettorale svoltasi a Canosa di Puglia sia stata solo la sceneggiatura di un film con protagonisti dei moderni Don Camillo e Peppone, a quel punto sarei stato sicuramente una persone più in pace con me stesso. Purtroppo non è così.
Ho avuto modo di vedere delle cose davvero (ma davvero) improponibili iniziando dallo scontro fra candidati via comizi.  La Del Muro che va contro la Landolfi, quest'ultima (anche via facebook) va contro La Salvia e Caporale; i due uomini si difendono. E' devo dire che un po' mi fa pensare questo attacco della Landolfi a Caporale perché venerdì li ho visti far colazione assieme allo stesso bar. Ovviamente questa storia non è capitata solo fra candidati sindaci ma anche fra candidati consiglieri. una roba da poveracci, insomma. 


E sempre il nome Landolfi, è stato spesso accostato alla battaglia all'ultimo manifesto: infatti, è stato spesso beccato il suo faccione in tabelloni a lei non assegnati e questa cosa non si è solo limitata alla prima segnalazione fatta dal comitato elettorale di La Salvia, ma a continuato fino alla notte di venerdì (giorno ultimo per fare propaganda) arrivando addirittura a coprire manifesti di altri candidati ma... tanto poi chi ce li copre più? A questo, devo aggiungere che proprio stamattina ho trovato la mia buca della posta riempita da ulteriori santini delle liste Landolfi; qui i casi son due: o il materiale pubblicitario viene "cagato" la notte (scusate il termine gergale)  o qualcuno si sveglia di buona lena mattutina a riempire le buche. Sorvolo enormemente sul fatto che due mesi fa (forse anche meno) un tizio con evidenti difficoltà nell'esprimersi in italiano corretto, mi chiese di votare per l'API e io, non avendo ancora mai sentito di quel partito chiesi il significato dell'acronimo. Risposta inesistente. 
Un'ultima cosa: mi è capitato di sentire la Landolfi che leggeva al microfono alcuni suoi discorsi però strano...  forse avrò sentito male io ma parlava come se stesse colloquiando al maschile. Mah!
PS: mi spiegate la coalizione della Landolfi? E' il primo caso di un Sinistra-Centro-Destra?

[Slogan Landolfi: Oltre gli schemi... La forza delle Donne]


E sempre parlando di consiglieri, è stato interessante scoprire che uno di quelli a favore di Sabino Caporale aveva una ditta che non pagava le sue dipendenti donne perché iscritte al sindacato. Effettivamente nel programma elettorale del Candidato sindaco del Centro Destra non ci sono dei capitoli relativi al ruolo della donna nella società, pero' per lo meno gli si poteva pagare lo stipendio, no? Mi chiedo come alcuni partiti scelgano i loro consiglieri... ci ho riflettuto un po' e probabilmente la risposta che mi è saltata in mente come la più credibile è stata: "scelgono quelli più fidati e con più amicizie, così portano a casa più voti!". Figura (un po') barbina per il candidato consigliere e il candidato sindaco che "se lo porta dietro".
Ha battuto articoli su articoli anche lo strano caso della Dott.ssa Lombardi e Mister Avis (permettetemi il gioco di parole) su cui non voglio dilungarmi ma che sicuramente ha evidenziato quanto sia facile urlare "Al lupo! Al lupo!" cadendo in gravissimi strafalcioni da candidata. Leggetevi questi due articoli se non sapete di cosa sto parlando [1] [2]
Rimanendo in tema figuracce, il candidato Caporale è stato scoperto a rubare l'energia elettrica da una cabina dell'Enel per poter irrorare il proprio palco con microfoni e casse annesse; "Un furto all'Enel, è inammissibile per un candidato sindaco!" qualcuno ha vociferato.
PS: Ma sei ha ammesso più volte che non si voleva candidare, alla fine perché ha accettato? Così, pour-parler...

[Slogan Caporale: Ti puoi fidare.]



Sul sig. Papagna se ne sono dette davvero di tutti i colori. Ma tralasciando tutti i vari pettegolezzi e malelingue, ci tengo a ri-precisare un mio pensiero sulla candidatura a sindaco di un imprenditore (in questo caso il sig. Luciano, ma chiunque facesse parte della suddetta categoria avrebbe dovuto sorbirsi cotale discorso): secondo me la scelta di candidare un grosso imprenditore come sindaco è un contro senso con l'Italia! Sì, ammetto che sono delle parole un po forti però mi spiego meglio.

Qual è l'imprenditore più famoso d'Italia che a avuto a che vedere con la politica? Berlusconi! ... e tutti noi ci siamo lamentati per ben 17 anni del fatto che si sia messo al comando della sua imprenditoria conflittualmente al essersi messo al comando del Paese. Perché la legge (nazionale o locale) dovrebbe controllare l'imprenditoria. Quindi, se il tizio x che fa l'imprenditoria e lo stesso tizio x che fa le leggi, si va a perdere quel sistema di regolamentazione. Con questo non sto asserendo che Papagna si è candidato per trarre del vantaggio personale e legiferare dove vuole a suo vantaggio, è un discorso molto in generale.

Sempre parlando del volto d'imprenditore, la campagna politica fatta dal candidato di Canosa Futura mi è sembrata un po dispersiva, quasi ad ostentare la ricchezza monetaria del candidato (e se non è questo lo scopo, sta passando comunque come linea di fondo) . Bustine di zucchero con logo del partito, cappellini omaggio con il logo del partito, serate discotecare con loghi di partito e Angela Favolosa Cubista, numerose sedi di partito, inviti a cena in sale da ricevimento, il Family Day (che fa tanto Berlusca), realizzazione di totem e addirittura un podio per poter fare i discorsi alla popolazione ma soprattutto l'inondazione (termine non usato a caso) di materiale pubblicitario cartaceo. L'altro giorno il marciapiede davanti casa era sommerso da santini di uno dei candidati consigliere di Canosa Futura tanto che stavo quasi per scivolarci sopra; e fidatevi, non voglio fare i conti in tasca al sig. Luciano Papagna perché alla fine ognuno spende quanto vuole (potessero spendere tutti in questa maniera...) però una campagna promozionale così imponente alla fine potrebbe portare in secondo piano il discorso politico (come e con che mezzi aiutare Canosa? con Pino Campagna? spero di no...).

[Slogan Papagna: il futuro è di tutti!]


La candidata sindaco Sabina Del Muro è spinta dal potere dell'amore (power of love, ndr. ) perché dico questo? Perché a quanto pare, durante un suo pubblico comizio le è stato chiesto "Cosa sogna per Canosa?" la risposta della Sig. Sabina è stata "Per Canosa sogno l'Amore!". Per non dimenticare del lungo discorso (che sforò ampiamente i tre minuti concessi) durante l'evento organizzato da BiPress alla biblioteca comunale nel quale esaltava il bisogno di occuparsi dei bambini della città, di dar loro il latte, dei suoi voti di povertà (ragion per cui farebbe anche a meno dello stipendio da sindaco). In fin dei conti non so quanti voteranno la suddetta Del Muro visto che per molti a Canosa è addirittura una sconosciuta.... e la sua coalizione (purtroppo inesistente) non l'aiuta. In fondo si sa' che va avanti chi conosce più gente, no?
Concludo chiedendo anche alla Sig.ra Sabina: anche lei ha accettato una candidatura controvoglia (visto che ha ammesso più volte che non si voleva candidare) dunque perché l'ha fatto?

[Slogan Del Muro: non pervenuto]

A questo punto vorrei anche inserire i manifesti di La Salvia e Merafina ma dopo un'ora di ricerca online purtroppo non ne ho trovati. Il primo ha un community molto attiva (merito anche dell'IDV di canosa) ma fra i loro album fotografici non c'è nemmeno l'ombra di un manifestino. Merafina sembra proprio non esistere su  Facebook. Io quest'anno non voterò perché in fin dei conti non mi sono mai sentito rappresentato da nessuno dei sei candidati ma inconsciamente vorrei che ci fosse un ballottaggio fra questi ultimi due: tanto impopolari quanto interessanti anche se... alla fine sappiamo tutti chi sarà il nuovo sindaco. Ma... zitti... io  non lo voglio ammettere.

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------
Domani si andrà a votare. Non votate chi vi ha dato dei soldi; Non votate chi vi ha promesso qualcosa; Non votate  chi vi trova domenica o lunedì per strada e vi dice "oh giovane, vai a votare al partito mio che ti faccio avere una cosa..."; Non votate il vostro datore/compagno di lavoro solo perché vi sentite in obbligo di farlo; Votate chi pensate davvero possa aiutare la città. Ve lo chiedo da canosino quasi totalmente pentito. 
               -----------------------------------------------------------------------------------------------------------

PS: vorrei congratularmi con alcuni giovani canosini che hanno più volte affermato di voler rimanere equidistanti da tutti i candidati ma che poi, alla fine, equidistanti non lo sono stati per niente.
Canosa di Puglia e la campagna elettorale che non avresti mai voluto vedere Reviewed by Gigi Gx on 16:45 Rating: 5

Nessun commento:

All Rights Reserved by il Gì Pensiero © 2014 - 2015
Designed by Themes24x7

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *

Powered by Blogger.