Top Ad unit 728 × 90

Zelig 2011? Fai Ridere!


Non so voi ma a me questa nuova edizione di Zelig fa cagare!
Sarà che la Cortellesi strapagata ha rotto l'aria d'ingenuità che c'era con Vanessa Incontrada,
sarà che i comici di quest'anno hanno subito un riciclaggio forzato dagli anni scorsi (Jhonny Groove, Il Ritorno di Peter, Massimo Bagnato che chiede di alzare la mano,  l'automobilista incazzato che adesso si arrabbia di tutt'altro),
sarà che l'imitazione della "sindachessa milanese" proprio non riesco a digerirla,
sarà che stasera hanno fatto salire sul palco un Paolo Villaggio ormai esanime dalla comicità...

Sarà. Spero non lo sia più.
Il Gì Pensiero finisce qui.
Zelig 2011? Fai Ridere! Reviewed by Gigi Gx on 01:48 Rating: 5

2 commenti:

  1. Hai ragione, non riesco a guardarlo, per quanto mi sforzi, per più di 10 minuti. Tristezza a palate.
    (L'unica parte che mi piace è quella in cui i giornalisti fanno le domande.. e la sigla di chiusura, ovviamente)

    RispondiElimina
  2. Fa cagare. Come Colorado Cafè, si basa su quella comicità superficiale in stile "cotto e mangiato".
    I comici da tormentone poi....inventano una frase che fa un po' ridere e ci costruiscono sopra una carriera, fino a sparire nel dimenticatoio quando la loro unica battuta si esaurisce. Mi spiace per Bisio e la Cortellesi che sono molto bravi, ma stanno in mezzo a quella marmaglia di mediocri (si vede che li pagano molto bene). Certo con i tempi che corrono mi sembra impossibile far comicità senza finire nella satira, ma a Zelig ci riescono ugualmente (e probabilmente non è neanche colpa loro). Comunque esistono esempi di comicità "leggera" ma di gran lunga più intelligente; pensate per esempio alle storiche trasmissioni di Arbore. Zelig è come mangiare surgelati; veloce e costa poco, ma è davvero così buono?

    RispondiElimina

All Rights Reserved by il Gì Pensiero © 2014 - 2015
Designed by Themes24x7

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *

Powered by Blogger.