Top Ad unit 728 × 90

Vendita di follower? Che novità!

E' stata un po' la grossa polemica della settimana: su Twitter è stato beccato un account, esattamente quello Gian Paolo Serino (fondatore della rivista Satisfaction) che ha raccimolato circa 53 mila follower e che, controllando la lista degli utenti che seguono il giornalista, moltissimi sono stranieri e con attività pari a zero (pochi tweet, molto datati). Il "punzecchiatore" dei social, Fakespotter, ha confermato che queste strane coincidenze erano frutto di un acquisto di seguito online in modo da accrescere la proprio reputazione web. Da parte di alcuni twitteriani famosi è seguita un'indignazione generale e assurda. Alcuni hanno pure esagerato tirando fuori aneddoti del tipo "Alla mia età era figo se ti portavi a letto tante ragazzine, adesso conta un numerino sull'account!". Vabbè... Dopo l'uscita dello scandalo (ormai divenuto di pubblico dominio), il giornalista ha provveduto a discolparsi dicendo che "Sono al lavoro giornalisticamente parlando proprio sulla compravendita non solo di follower, ma anche di fan delle pagine Facebook...". Nel frattempo, si espande l'hashtag #SeFossiSerino che ha cercato di fare satira sul caso.

Sinceramente non capisco lo sbigottimento che molti hanno avuto sul caso. Ok, comprendo che sia una cosa eticamente sbagliata, ma è una cosa che si è sempre fatta. Nei reality in Tv, i genitori dei concorrenti investono soldi per pagare dei call center in modo da non far uscire il proprio figlio dalla casa/isola/fattoria/quellochetipare. Anche Pupo tentò più volte di truccare in questo modo il Festival di Sanremo (col Principe arrivò secondo). Questo fenomeno si chiama Cherry Blossoming.
E parlando di acquisto di seguito online, ci sono un sacco di casi eclatanti: l'ex-sindaco di Milano, Letizia Moratti, fu scoperta durante la campagna elettorale ad acquistare fan su Facebook e follower su Twitter; Katy Perry (o Rihanna?) fu accusata di acquistare follower su Twitter per superare Lady Gaga che stava diventando la regina incontrastata dei social network.

Stasera su Google Plus mi hanno offerto mille fan su Facebook per 100 dollari. Ma io che me ne faccio? No, anche perché il prezzo medio è di 13 dollari ogni mille follower, a quanto vedo da vari siti specializzati. Ma la stessa cosa è anche su altri social come Youtube, ve li ricordate i 100 iscritti a 20 euro? I social network sono ormai diventati un business su tutti i fronti e la compravendita .... beh è roba vecchia!

Dite che, più che vecchia, dovrei forse dire vintage?
Il Gì Pensiero finisce qui.
Vendita di follower? Che novità! Reviewed by Gigi Gx on 23:29 Rating: 5

Nessun commento:

All Rights Reserved by il Gì Pensiero © 2014 - 2015
Designed by Themes24x7

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *

Powered by Blogger.