Top Ad unit 728 × 90

La Prima Privileged-Serie Italiana

Premessa: Non faccio questo post ne per "farmi più iscritti", ne per far popolarità alle spalle di chissà chi, ne per qualche altro motivo losco, anche perché lo sapete bene che dire mezza virgola contro la crew romana  "buon pro non mi fa" tanto per citare qualcuno ;)
Tranquilli, da domani, ritorno a parlare dei c*zzi miei :'D



Quest'oggi volevo dire la mia su qualcosa che sinceramente mi da abbastanza fastidio: i privilegiati. E qui non si parla solo di partnership, fate attenzione.


Freaks! è stata pubblicizzata in tutti i luoghi e in tutti i laghi con delle premesse di per se molto false.
Tipo "la prima web serie italiana professionale" a cui tutti possiamo dire che non è assolutamente vero.


E ancora, "Questa webserie è NO-COST!" e mi spiace contraddirvi anche qui ma, fra gruppi elettrogeni, reflex, costumi, trucco e parrucco, piantane, effetti speciali, attori professionisti e (sul blog di BarbieXanax ho letto) che hanno adoperato gli studi di SKY... beh... dubito fortemente sia stato fatto tutto per conoscenze. C'è da dire inoltre che questo boom pubblicitario è venuto fuori grazie alla ShowReel s.r.l. anch'essa non credo abbia lavorato gratis.
[Vedi: "Grazie al supporto della Show Reel, che finanzia il progetto a scatola chiusa" (cit.) ]


Quando ero a Torino, un mio amico youtuber mi fece notare che Canesecco, durante un intervista a Radio Deejay dichiarò che la webserie "...è stata girata con una comunissima fotocamera, una che posso avere tutti in casa". Adesso, io non so che gente conosca Matteo, ma io una Canon come quella la non me la potrò permettere mai e poi mai! LOL


Per non parlare della recensione fatta da quelli di TvTalk che ne parlarono in maniera negativa e "stranamente" sulla pagina pubblica di facebook, nessuno pubblicizzo l'intervento in quel programma. E se seguite Social King, vi consiglio di riguardarvi la prova live di Victorlaszlo88! Io stimo quell'uomo.

Però perché sono tornato a scriverne? Si parlava prima di Privilegiati, no?
OK è presto detto!

[Da leggere in stile Maria De Filippi @ C'è Posta per Te]
Questa è la storia di Gigi. Gigi è un 21enne che segue il mondo di youtube che iniziò a seguire Freaks! fino all'inizio della 3° puntata dove il personaggio di Marco Diana si masturba, culminando in un "Yattaaa!" sul bagnasciuga.


L'insieme delle due cose lo ha disgustato e da quel momento ha deciso di non seguire più nessuna puntata. Questo venerdì un suo amico, dopo aver visto la nuova puntata di "Freaks!" lo incuriosì, invitandolo a guardare appena appena l'inizio della nuova puntata. Gigi, nella noia, decise di accettare. Una delle scene più orrende che abbia mai potuto vedere. Sembrava un Mix fra un film di Boldi&DeSica e Telefilm sui superpoteri. Dopo aver fanculizzato l'amico, per avergli fatto vedere una roba del genere, pensò bene di segnalare il video per contenuti  di natura SESSUALI espliciti. Indovinate?
I video del canale NON SI POSSONO SEGNALARE!



Mi meraviglio di fronte a cotanta potenza. Non ho mai visto da nessuna parte un canale NON segnalabile.E per giunta, i video del canale in questione, spesso e volentieri hanno queste scene poco adatte (anche per le regole di youtube) ad un pubblico di ragazze minorenni  visto che è quello il target di maggior affluenza proveniente dei canali di willwoosh, canesecco e nonapritequestotubo. In compenso però per meno di 2 secondi, prima del video, appare questa schermata in inglese:


Parla di parolaccie, moderatamente violento o inquietante, moderato uso di droga e... il resto? 
E poi, in inglese? vi ricordo che il "prodottino" è tutto in italiano!
Mi censurate i video de iPantellas dove nel peggiore dei casi mi fanculizzano Berlusconi (cosa che ormai fanno tutti) e mi tenete le seghe di un 20enne romano in pubblica piazza?
Questo spiega molte delle cose riguardanti le voci sulla stretta relazione fra Willwoosh e il Sig. YouTube (tranquille, è un modo di dire, non alludo a nulla di omofobo).


...E volete sapere l'ultima? Dopo essersi auto-eletti la prima webserie italiana professionale, adesso sono l'evento più atteso dell'Anno! 
Mannaggia a voi e a chi vi ha dato la laurea in Marketing!


Il Gì Pensiero finisce qui.

[Non sono uno che chiede di ri-pubblicare la mia roba, ma se la pensate alla stessa maniera, ricondividete!]
La Prima Privileged-Serie Italiana Reviewed by Gigi Gx on 17:07 Rating: 5

10 commenti:

  1. Sono pienamente d'accordo con te.
    Anche io come te sono stato invitato da un'amico a guardare questa tanto osannata web series....bhe dopo nemmeno il primo episodio l'ho mandata a fanculo..perchè? tralasciando la creativita' dei "tizi" e che sembra un copia uscita male di misfits, heroes e quant'altro è troppo sopravvalutata...poi come dici tu non "tocchiamo" la crew romana..... ;)

    Ryusuke.

    RispondiElimina
  2. Punto di vista mio personale sulle cose che hai scritto nel post.

    1) Se ne può dire quello che si vuole ma che piaccia o meno Freaks è la prima webseries italiana "professionale", intendendo con questa parola che è la webseries meno amatoriale per quello che riguarda fotografia, sceneggiatura, regia, e tutto il resto dei vari reparti.

    2)"No Cost" forse è una nomenclatura che forse tende ad ingannare. Per come credo la intendano loro "no cost" vuol dire che nessuno ha tirato fuori soldi ad hoc per la serie ma che si sono utilizzate attrezzature e conoscenze che già si avevano. Se poi le attrezzature sono professionali perché tuo padre ci lavora e se le conoscenze sono "altolocate" perché hai già di tuo una serie di ganci...beh non è una colpa.
    Io personalmente avrei un aggancio per avere a costo zero un paio di doppiatori conosciuti a livello nazionale in un mio video. Non mi servono ma qualora mi servissero non esiterei a chiederne i loro talenti in prestito.

    3)Canali non segnalabili ne esistono eccome e sono tutti quei canali che ottengono da Youtube lo status di "show". Se Youtube ti da lo status di show vuol dire che Youtube fa un controllo preventivo dei contenuti mettendo il disclaimer iniziale. Non accettano quindi segnalazioni su un contenuto che è stato già "validato" da loro

    4) il disclaimer è in inglese per un semplice problema tecnico di YouTube, così come inizialmente con il cambio di grafica alcune voci non erano tradotte per cui per andare nel proprio canale si cliccava "Channel", per i propri video "my videos" ecc.

    RispondiElimina
  3. Gigino...ma sbaglio o Il Tizio Qualunque ha risposto in maniera educata e oltremodo competente all'emanazione MASSIMA della tua invidia più nera??
    cerca di essere onesto..e per prima cosa, quando parli cerca delle informazioni esatte prima, e non dai blog di cosina xanax che quella rosica più di te.

    RispondiElimina
  4. @anonimo: Francesco ha risposto ad alcuni dei quesiti...
    Ma gli altri come "il porno non censurabile" come "evento dell'anno" dove li mettiamo?
    E poi ripeto, sarà pure vero che il papi di canesecco lavora già nele produzioni video ma non ci venite a dire che non avete speso una lira -.-"

    Ps: tranquillo, non sono invidioso ;)
    nella vita preferisco farmi conoscere per altro, non per le seghe su youtube :P

    RispondiElimina
  5. ma smettila che in ogni tuo commento o articolo si vede che ti attacchi alle cretinate pur per avere la tua famosa "ultima parola" anche se ultima parola di che?..non scrivi con metodo, quando a modo tuo rispondi, non lo fai veramente, sono giri di parole che non hanno senso, ritorno ai tuoi concetti fra l'altro sbagliati.
    lavorare nelle produzioni video non significa PRODURRE! magari ha un piccolo service che noleggia la roba per produrre video, e qui spiegato perchè Matteo ha determinati mezzi.
    non credo tu sia stupido, quindi l'hai capito benissimo!
    morale, piantala di passare per ridicolo ogni volta che provi ad aprire bocca su una cosa che neanche comprendi o conosci.

    RispondiElimina
  6. Caro Anonimo.
    Io esprimo un mio parere che, da quanto ho visto, è condiviso da molti.
    inoltre, ti posso assicurare che il Sig. Bruno non affitta solo attrezzatura, Anzi....
    Ha prodotto molte cose. Ed è facile dire "abbiamo fatto una cosa senza soldi nostri" quando poi i soldi li mette tutti il papino ;)

    RispondiElimina
  7. Allora fà na cosa, esci da casa tua, visto che vivi nella casa pagata dal papino, perchè ne devi usufruire se è tuo padre che paga?...
    così puoi andare a dire al sig. Bruno, che non può usare la roba di suo padre.
    fino ad allora no!
    e non ho mai sentito dire a nessuno di Freaks "abbiamo fatto una cosa senza soldi nostri" ma semplicemente senza soldi provenienti da produzioni, come te e Barbie cosa andate in giro a dire.
    e fino a prova contraria, e trovami la PROVA, se dici una cosa del genere fai FALSA informazione, e credo che una persona che gestisce un blog è eticamente portato a controllare una fonte (e quindi trovare le prove) prima di parlare

    RispondiElimina
  8. Mi spiace la loro spesso e volentieri hanno dichiarato di aver fatto tutto senza aver speso una lira. ;)
    Cerca "freaks!" su google e cercati le interviste.

    Se c'è l'hai con me o con barbiexanax (persone che tra l'altro stimo) non vedo perchè tu sia qui ostile a controbattere :D

    RispondiElimina
  9. semplicemente perchè non sopporto la gente che non capisce e commenta senza informarsi, quello che hanno dichiarato è che hanno fatto tutto senza un budget! e poi lo sai che te che è impossibile non spendere NIENTE di tasca propria quando si fanno i video, anche tu spendi per comprarti la web cam, o la telecamera, o qualsiasi cosa usi nel video, anche quello è spendere soldi.
    in te e Xanax non si vedono critiche cistruttive, vi attaccate su cose che non hanno senso, e usate le parole a modo vostro, per questo non siete minimamente credibili e fortemente fastidiosi.
    elabora bene la cosa, FAI INFORMAZIONE invece di sputare veleno gratis

    RispondiElimina

All Rights Reserved by il Gì Pensiero © 2014 - 2015
Designed by Themes24x7

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *

Powered by Blogger.